Global Health Watch 3, il rapporto sullo stato di salute del pianeta

Angelo Stefanini, Ardigò Martino, Marianna Parisotto È ora disponibile anche in formato elettronico il terzo rapporto indipendente sulla Salute Globale presentato nella scorsa Conferenza OMS sui Determinanti Sociali della Salute, svoltasi lo scorso ottobre a Rio de Janeiro.

Imparare dal Sud del mondo

Angelo Stefanini È in aumento la consapevolezza che il ricco "Nord" abbia qualcosa da imparare da contesti a risorse limitate. È stato infatti coniato il termine "Reverse Innovation" per riferirsi a qualsiasi innovazione che nasce nel mondo in via di sviluppo prima di diffondersi al mondo sviluppato.

Palestina. Neo-liberismo in Paese occupato

Angelo Stefanini Come successo all’African National Congress (ANC) in Sudafrica e ai paesi dell’ex-blocco sovietico, anche la Palestina occupata è rimasta vittima dell’irresistibile "logica" della globalizzazione neoliberista attraverso una shock therapy che l’ha vista improvvisamente divenire, all’insaputa della maggioranza della sua popolazione, un caso emblematico di neoliberismo autoritario. La Palestina occupata raffigura uno spazio geo-politico e simbolico in cui si intersecano dinamiche globali come salute pubblica, diritti umani e diritto internazionale umanitario.

Come affrontare le diseguaglianze nella salute. Dalla teoria alla pratica

Gavino Maciocco Per la prima volta il codice di deontologia medica introduce il concetto di diseguaglianze nella salute e indica il dovere per i medici di collaborare alle politiche di contrasto. Le istituzioni mediche hanno dovuto prendere atto delle crescenti diseguaglianze nella salute e di un dibattito sui determinanti sociali e sulla salute globale che negli ultimi anni si è sempre più esteso tra associazioni, organizzazioni non governative, gruppi studenteschi fino a coinvolgere ordini professionali, servizi pubblici e istituzioni accademiche. Dimostrando che è possibile passare dal dire al fare.

World Nutrition Congress, Rio 2012

Martino Ardigò, Sintoni Francesco e Alessandro Rinaldi Il Congresso Mondiale sulla Nutrizione tenutosi a Rio de Janeiro lo scorso aprile è stato organizzato in maniera totalmente indipendente da finanziamenti di industrie alimentari e di settore. Sono state coinvolte associazioni di cittadini, organizzazioni di produttori di alimenti ecologicamente ed eticamente sostenibili ed organizzazioni del commercio solidale. Le proposte prodotte dall’evento.

I medici di fronte alle diseguaglianze nella salute

Chiara Di Girolamo, Alice Fabbri, Chiara Bodini, Ilaria Camplone, Ardigò Martino E’ necessario un cambiamento culturale volto a riconsiderare il ruolo del medico, che da semplice “tecnico del corpo umano” deve diventare ...

Rinnovare le Cure primarie per rilanciare il nostro Servizio sanitario nazionale  

Elena Rubatto e Giorgio Sessa Il Medico di Famiglia, in Portogallo come in Brasile, è un dipendente statale che garantisce l’assistenza longitudinale al cittadino,  occupandosi delle cure prenatali, della pediatria, della gestione delle cronicità  e delle cure palliative primarie. Per garantire la continuità di cura e il clima di fiducia tra i membri del team, l’orario lavorativo comprende diverse ore di riunione multidisciplinare con finalità differenziate: discussione di casi clinici, organizzazione del lavoro, formazione. La cronaca del laboratorio “Le Cure Primarie nel XXI secolo”.

Chi controlla l’industria di alimenti e bevande?

Adriano Cattaneo Meglio sarebbe tener fuori Big Food e Big Drink dalle assise dove si discutono e decidono politiche e regole, e dalle istituzioni che fanno ricerca per aiutare e stabilire le migliori politiche e le migliori regole. Tutto ciò è possibile, come dimostra l’esempio del Congresso Mondiale sulla Nutrizione tenutosi a Rio de Janeiro nel 2012.