“Muovi l’Italia, cambia il mondo”

Enrico Materia e Carlo Resti L’1 e 2 ottobre si è tenuto a Milano il Forum della Cooperazione Internazionale. Tra (poche) luci e (molte) ombre.

I sette vizi e le sette virtù della Copertura Sanitaria Universale

Adriano Cattaneo La Copertura Sanitaria Universale è candidata a diventare la spina dorsale su cui l’agenda per lo sviluppo dopo il 2015 sarà costruita. Per prevenire effetti indesiderati, l’UHC dovrebbe evitare di indulgere in sette vizi e dovrebbe al contrario praticare sette virtù.

Percorsi di antropologia medica – Roma, 14-18 novembre 2011

Sanità internazionale e cooperazione Percorsi di antropologia medica: corso di antropologia medica per operatori sanitari dei servizi del SSR Roma, 14-18 novembre 2011 14.30-16.30 La locandina [PDF: 2,56 Mb] Sede del Corso: ...

Canada. Verso il G8 summit

Carlo Resti Il Canada, paese di grandi tradizioni democratiche e multiculturali, ospiterà il summit dei G8 nel giugno 2010 in Ontario. La società civile propone il Paese per una “leadership umanitaria” al ...

Liste di attesa in sanità

Marco Geddes Il primo accesso deve essere visto il più presto possibile; è un problema di sicurezza per lo stato di salute del paziente e il sistema Open Access, messo a punto nella realtà pisana, consente di attuarlo nel giro di tre giorni.  Si tratta di una “buona pratica” descritta nel recente libro di Carlo R. Tomassini.

Etnopsichiatria: una lezione agli studenti

Davide Bruno Quando eserciterete la professione vi accorgerete ben presto che vi sarà richiesto di esser veloci ed efficienti, tuttavia credo che un approccio più lento e riflessivo giovi, nell’ottica di una medicina centrata sul paziente, non solo a chi verrà a consultarvi, ma anche a voi.

Libera professione e liste di attesa

Marco Geddes La connessione libera professione intramoenia-liste d’attesa è assai complessa e, obiettivamente, non è possibile sostenere che causa primaria della lunghezza delle liste sia da imputare alla libera professione. D’altronde è vero che il ricorso alla libera professione intramoenia da parte dei cittadini avviene, nella grande maggioranza dei casi (66,4%)a causa proprio della lunghezza di tali liste. 

Reddito di salute! Una proposta “indecente”?

Marco Geddes Rapporto Rbm – Censis ci spiega che:  “…sulla base delle simulazioni condotte, la scelta di sottoscrivere una Polizza Sanitaria o di aderire ad un Fondo Integrativo risulta decisamente più conveniente per il cittadino rispetto al pagamento di tasca propria delle cure private”. Questo confronto fra spesa out of pocket e la sua benefica sostituzione con Polizze e Fondi sanitari si basa su tre presupposti, ovvero su tre affermazioni, completamente false.

L’agonia del Sud Sudan

Chiara Scanagatta    La popolazione è stremata dalle conseguenze della guerra su sicurezza, disponibilità alimentare, servizi. È una “Man Made Famine” la carestia che sta piegando il paese e che è dovuta più alle azioni umane che a calamità naturali. Dal 2013, tre milioni di sud sudanesi (1 ogni 4) hanno lasciato la propria casa, cercando rifugio soprattutto dentro i confini nazionali. Più di sette milioni sono le persone bisognose di assistenza umanitaria.