La salute mentale globale e il rischio di neocolonialismo

Domitilla Di Thiene Una salute mentale globale spensieratamente universalistica rischia di riprodurre le dinamiche dell’era coloniale: colonizzati senza alcun controllo del modo in cui vengono rappresentati. Un tratto saliente dell’imperialismo moderno è pretendere di essere un movimento progressista, intenzionato a istruire, modernizzare e civilizzare con il sapere occidentale come unico modello di conoscenza.

Le nuove piramidi. Le morti degli operai nepalesi in Qatar

Domitilla Di Thiene Gli stadi per i mondiali di calcio in Qatar del 2022 costeranno la vita di 4.000 lavoratori, per lo più provenienti dal Nepal. È questo l’allarme lanciato da un’inchiesta del Guardian di quest’estate e ripreso da una recente inchiesta di Amnesty International che denunciano le continue morti per le condizioni di lavoro schiavistiche cui gli immigrati nepalesi sono costretti.

Il sale della vita

Domitilla Di Thiene “La riduzione di sodio è importante – afferma la ditta di zuppe Campbell  – ma dobbiamo occuparci anche di altre cose come il gusto e gli aspetti culinari”. Scarica ...

Disuguaglianze etniche nella salute in Inghilterra

Domitilla Di Thiene La seconda generazione di migranti non sembra avere sulle condizioni di salute i benefici che il miglioramento dello status socioeconomico lascerebbe sperare. Scarica questo articolo in formato PDF

Non solo migrante: anche donna

Domitilla Di Thiene Chi emigra spesso non è nella fascia economica e sociale più bassa del proprio paese di origine. Tuttavia a perdere il proprio status sociale e ad avere difficoltà nel ...

Noi non segnaliamo: la posizione ufficiale dei medici

di Domitilla Di Thiene e Maurizio Marceca Netta presa di posizione della Federazione degli Ordini dei Medici contro il disegno di legge sulla sicurezza che prevede per i medici la possibilità di ...

Conflitti armati e tutela della salute della popolazione civile

di Pirous Fateh-Moghadam I conflitti armati continuano a rappresentare una seria minaccia per la salute pubblica e per l’integrità ambientale del nostro pianeta. Purtroppo anche l’anno 2009 è iniziato senza lasciar intravedere ...

Il diritto alla salute non ha bisogno di documenti!

Il Parlamento italiano si appresta a votare un emendamento che, se approvato - nell’abrogare il divieto per i medici di segnalare all’autorità un paziente straniero irregolare - metterà a rischio l’assistenza sanitaria di molte persone malate solo perché sans papier! Ripercorriamo le tappe di questa vicenda che potrebbe minare la filosofia e le fondamenta del nostro Servizio Sanitario Nazionale e della nostra Costituzione, ricordandoci un precedente avvenuto nel 1994 in California, la cosiddetta Proposition 187.