Se non visualizzi correttamente questa email, leggi la versione online
Logo Salute Internazionale
La newsletter di SaluteInternazionale #55
 Autore:  EDITORIALE / Gavino Maciocco

Big Pharma. Una storia che si ripete

La salute, diritto fondamentale

Se alla fine degli anni 90 Big Pharma, dopo la scoperta dei farmaci antiretrovirali, aveva visto aprirsi praterie di mercato su cui lucrare profitti vertiginosi, e poco importava se rimanevano fuori milioni e milioni di malati di HIV/AIDS residenti nelle aree più povere del pianeta, oggi la storia si ripete con l’epatite C, ma con una variante: ad essere esclusi dai benefici del progresso scientifico sono i pazienti che abitano nelle zone più ricche del mondo e condividono con tutti gli altri gli effetti della globalizzazione finanziaria senza regole e senza rispetto.

Read More

Epatite C. Il diritto alla cura

Domande e risposte di cura. La voce dei Vulnerabili

Petizione per consentire a tutti i pazienti di accedere a terapie efficaci, a carico del servizio sanitario nazionale. Produrre i farmaci anti-epatite C sotto forma di generici, a un prezzo ragionevole e accessibile, è consentito dallo stesso trattato che regola i brevetti attraverso il meccanismo della licenza obbligatoria, a cui si può ricorrere quando si verifichi un’emergenza nazionale di sanità pubblica. Per ottenere ciò è necessaria una forte spinta dal basso.

Read More
Autore: Adriano Cattaneo 

Accesso alla terapia contro l’epatite C. La soluzione

Salute e migrazione. La voce degli operatori

In Italia, si stima che i pazienti portatori cronici del virus dell’epatite C (HCV) siano oltre un milione, di cui 330.000 con cirrosi. L’Italia ha il triste primato in Europa per numero di soggetti HCV positivi e mortalità per tumore primitivo del fegato. L’epatite C può essere considerata a ragione un’emergenza nazionale di sanità pubblica. Per questo motivo è possibile derogare alle norme che regolano la brevettabilità dei farmaci. Attraverso la “licenza obbligatoria” è possibile produrre i farmaci anti-epatite C a basso costo e garantirne l’accessibilità a tutti i pazienti che ne hanno bisogno.

Read More
Share on Facebook Tweet Share on Google Plus Email
Produzione e realizzazione:
Think2it
Il Pensiero Scientifico Editore
Ricevi questa newsletter perchèsei iscritto alla mailing list del sito.
Per non riceverla più, scrivici.